Diritti civili

Mascia e Orso: Incontro con Fabrizio Marrazzo per parlare della Cirinnà

da 23 febbraio 2016 Nessun commento
IMG-20160222-WA0001

Nell’episodio di oggi di Mascia e Orso, Gianfranco Mascia e Orso, candidato alle Primarie del Centrosinistra per il Comune di Roma, hanno incontrato Fabrizio Marrazzo presidente dell’Arcigay di Roma per parlare di una questione che da giorni spacca l’Italia – o quasi – ovvero il ddl Cirinnà.

“Quando sarò sindaco voglio riprendere il lavoro che stava portando avanti Marino in termini di unioni civili, sperando anche che prima delle elezioni sia stata approvata la legge Cirinnà”. Queste le dichiarazioni di Gianfranco Mascia nell’intervento video del 23 febbraio. “La cosa fondamentale è che tutti abbiano gli stessi diritti, per poter dire veramente di vivere in un Paese europeo”.

Il candidato alle Primarie passa poi la parola a Fabrizio Marrazzo, presidente dell’Arcigay di Roma il quale ha spiegato brevemente come potrebbe essere votata la legge in questione : voto segreto, voto palese e le possibili conseguenze sull’approvazione o meno di questa. Il punto fondamentale che è oggetto del dibattito soprattutto per le organizzazioni che sono contro il Cirinnà è quello della cosiddetta “stepchild adoption”. Marrazzo ci tiene a precisare che qusto processo è stato molto frainteso e si tratterebbe della possibilità di adozione di un figlio già convivente con uno dei due membri del pacs. Questo emendamento potrebbe causare l’annullamento del procedimento di approvazione dell’intera legge, Alternativa a questo emendamento prodotto dai partiti ci potrebbe essere l’emendamento proposto dal governo, ma come ricorda il presidente dell’associazione, “Ad oggi non se ne  sa nulla, ma non è una possibilità che ci rende molto felici perchè come sappiamo c’è il gruppo di NCD che potrebbe creare ostacoli”.

Fabrizio Marrazzo auspica ad una terza via che sarebbe quella ad una apertura di nuove forze politiche come il M5S come maggiore possibilità di vedere la legge approvata. “Ci sono 30 senatori che non hanno ancora chiarito la loro intenzione di voto, certo il cambio di opinione nel movimento non era quello che ci aspettavamo”.

La domanda di Mascia al suo ospite però è stringente: “Quali sono le forze che oggi si oppongono in concreto all’approvazione della Cirinnà?”

“Al contrario di quello che si possa pensare non è la Chiesa, anzi il Papa ed i Vescovi hanno avuto voce unanime sull’approvazione delle unioni civili” dichiara Fabrizio Marrazzo e prosegue ” il problema sono i partiti di CentroDestra che per forza di opposizione cercano di raccogliere consensi soprattutto per quella parte di popolazione che ancora non accetta l’omosessualità e non pensa che si debbano avere uguali diritti”.

Lascia una risposta